top of page
  • Alessandro Salvati

Come funzionano le aziende che incentivano le competenze orizzontali?

Le aziende che permettono ai propri dipendenti di affiancare crescita professionale e personale hanno tutte dei punti in comune.


Il mondo del lavoro sta cambiando, le competenze acquisite ai tempi dell'università non bastano più ed occorre ogni giorno informarsi sulle novità che emergono sul mercato ed impararle mettendole in pratica (learning by doing direbbero quelli bravi).


Ma i tempi sono stretti, il lavoro sempre molto ed è quindi necessario impostare una cultura aziendale che permetta ai lavoratori di imparare, migliorarsi e crescere professionalmente giorno per giorno.


Come fare per impostare un percorso di crescita in un ambiente che permetta tutto questo?

Le aziende che permettono ai propri dipendenti di percorre questa crescita professionale ed ottenere successi hanno tutte dei punti in comune:


Danno ai propri collaboratori obiettivi e progetti sfidanti

  • Nell'insieme di attività che il dipendente compie nella sua giornata lavorativa non è necessario che tutte siano in linea con cose che lui sa già fare. Non è necessario, anzi direi proprio sconsigliato, metterlo in una condizione di stress ma solo che venga stimolato ad imparare cose nuove.

  • La prima volta che viene assegnato un task, il manager non lascia mai il proprio collaboratore da solo. Il suo obiettivo deve essere quello di metterlo nelle migliori condizioni possibili, dandogli il maggior numero di consigli e aiuto possibili.

  • Durante la realizzazione del progetto si assicurano di garantire un continuo scambio di feedback e opinioni per evitare che i dipendenti entrino in spirali negative che generino frustrazioni eccessive.

Ascoltano ogni feedback e lo organizzano per migliorare

  • I loro manager lavorano per costruire dei processi interni e per organizzare una documentazione adeguata per essere sfruttata da tutta l'organizzazione per prendere decisioni veloci in tempi rapidi.

  • Prendono decisioni basate su dati organizzati e strutturati.

Lasciano spazio alle domande e a punti di vista differenti

  • Organizzano periodici one-to-one tra i manager e i propri team per permettere di esprimere opinioni che possono essere condivise solo in privato.

  • I manager prendono questi incontri come un'occasione di miglioramento facendo guidare la discussione dai propri sottoposti, senza cerca di indirizzarli.

  • Ma soprattutto ognuna di queste riunioni ha come obiettivo quello di rispondere alle esigenze del personale con dei fatti e azioni chiare.

Sono in grado di valutare e valorizzare i punti di forza dei propri collaboratori

  • Ogni dipendente ha il proprio talento e la propria attitudine. Per costruire una cattedrale sono necessari sia operai che scultori, ma ognuno deve essere utilizzato per quella che è la sua mansione.

  • Questo non significa non cercare talenti nascosti, ma anzi, dare ad ogni membro del team un tasks fuori dal proprio orticello e farlo in modo da poterne valutare con assoluta serenità i risultati (successi e insuccessi che siano).

  • I managers di queste società di prendono del tempo per imparare i punti di forza dei proprio teams per poi sfruttarle al meglio al momento opportuno.

Hanno una struttura tale da permettere a tutti di lavorare al meglio

  • Creando una struttura che permetta di imparare velocemente, ma facendo.

  • Incoraggiando il lavoro di fianco a fianco, soprattutto tra junior e senior.

  • Investendo del tempo per costruire tool che automatizzino i processi di miglioramento continuo dato dai feedback dei propri collaboratori.

Non hanno fretta di ottenere risultati

  • Alcune lezioni si imparano velocemente, altre hanno bisogno di mesi o anni per essere pienamente apprese e sono quelle che hanno più impatto nel lungo periodo.

  • Il cambiamento non può e non deve essere veloce, deve essere innestato nella mentalità di tutti. E questo richiede tempo.

Per aiutare le persone a crescere professionalmente e migliorarsi in azienda è necessario dare loro gli strumenti giusti per lavorare, monitorare i loro progressi e nel caso correggerli lungo il percorso.


Non c'è una ricetta giusta per tutti e non tutti reagiscono allo stesso modo agli stimoli per cui è importante essere quanto più flessibili possibile, ragionare per obiettivi comuni e condivisi da tutti i membri del team.


#culture #organization #softskills

bottom of page